CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

24/06/2018

Nativ. S. Giovanni B.

ACCESSO

Password Dimenticata?

5 grandi chitarristi da brivido con Purple Rain

FOTO CALENDARIO VALTELLINESE ©

CONDIVIDI

BLOG | 22/11/17

logo Consorzio Turistico Media Valtellina Terziere Superiore VISITA LA PAGINA DELL'AZIENDA!

Ti ho già detto che amo la musica?

Non tutta eh, ad esempio quella classica non mi fa impazzire, quella lirica pure.

Ma tutto quello che è pop, rock, jazz, blues, punk, hip hop, metal attira le mie antenne musicali.

In Valtellina ci sono parecchie occasioni per ascoltare buona musica, ovvio non si parla di grossi concerti, ma ci sono delle buone occasioni da non farsi sfuggire.

Sabato 18 novembre ad esempio, a Villa di Tirano c’era la Notte delle chitarre.

5 grandi chitarristi che suonano o hanno suonato con artisti famosi, si sono esibiti prima singolarmente poi tutti insieme davanti a 500 persone.

Matt Backer chitarrista di Elton John e Joe Cocker, Mario Schilirò chitarrista di Zucchero, Maurizio Solieri chitarrista di Vasco Rossi, Giacomo Castellano chitarrista di Gianna Nannini - Adriano Celentano - Elisa e Andrea Fornili chitarrista degli Stadio mi hanno regalato emozioni in continuazione.

Ezio Bianchi, direttore artistico dell’evento ha portato avanti l’organizzazione del concerto con tanta passione e impegno nonostante la sua vita fosse stata toccata da un evento molto triste come la perdita di sua madre, pochi giorni prima. E’ a lei infatti che è stata dedicata la serata.

Il centro Polifunzionale di Villa di Tirano, nuovo nuovo è stato inaugurato con questi splendidi artisti che con una chitarra in mano hanno regalato note e vibrazioni da brivido.

Io ho partecipato con degli amici e mi sono divertita, oltre che ad ascoltare la musica, a guardarmi intorno, salutare volti conosciuti, osservare le varie fasce d’età che partecipavano.

Dai ragazzini a persone non più tanto giovani. Gente che proveniva da ogni parte della Provincia. Che bella sensazione quando la musica unisce.

Una bella organizzazione che vedeva coinvolta l’amministrazione comunale di Villa di Tirano e il Consorzio Turistico Terziere Superiore che hanno patrocinato l’evento.

Un sold out tutto meritato, panche aggiunte all’ultimo momento per le persone che sono arrivate all’ultimo minuto. Tanti volontari pronti a dare una mano e ho visto il sindaco stesso a sistemare dei posti a sedere. Insomma una scommessa vinta, che ha portato fuori casa tante persone in un freddo sabato di novembre in Valtellina.

Le Custodie Cautelari hanno fatto da grandi padroni di casa con il loro leader Ettore Diliberto che con la sua simpatia e semplicità ha condotto magistralmente la serata.

Una voce speciale per un gruppo speciale per una serata speciale.

Una serata di grande musica, di nuovi pezzi, di cover di artisti di fama internazionale.

Abili mani che si destreggiavano sulle corde di bassi e chitarre a dominare suoni che uscivano perfetti e arrivavano al pubblico con tutte le vibrazioni che emettevano.

Anche se il palazzetto non era ancora ben predisposto per un audio perfetto, in quanto durante alcuni pezzi il suono copriva la voce, l’energia della musica ha fatto superare ogni piccolo disguido.

Una strepitosa e grintosa Anna Portalupi ha suonato tutta la sera senza sosta il suo basso esprimendo tanta energia da tutti suoi muscoli di donna. Grandiosa.

Il calore del palazzetto ha apprezzato ogni artista, io in particolare, Mario Schilirò chitarrista di Zucchero, che sprigionava carisma da tutti i pori e note da brividi.

Tutte le performance avevano il loro perché, in particolare tanta emozione si è respirata durante Salvami l’anima noto brano di Zucchero dedicato alla mamma di Ezio Bianchi (io nel mio cuore, l’ho dedicata alla mia che mi ha lasciato poco più di un mese fa)

Come poi non esultare quando sul palco è salito Maurizio Solieri, storico chitarrista e autore di Vasco Rossi che tra gli altri brani ha suonato Portatemi Dio.

Ma la chicca finale è stata la performance di tutti i chitarristi, che hanno interpretato tutti insieme un paio di canzoni tra cui la famosa Purple Rain di Prince.

Un vero tripudio ha riempito il palazzetto già scaldato dagli applausi della serata.

Più di 3 ore di musica che hanno davvero scaldato l’anima e hanno dimostrato che anche in Valtellina si può trascorrere una serata spensierata ma di qualità.

Complimenti a tutti per l'ottima riuscita del concerto. Calendario Valtellinese era presente!

Alla prossima occasione

Commenti