CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

21/08/2017

S. Pio V

ACCESSO

Password Dimenticata?

A Chiavenna la raccolta differenziata avrà il codice a barre

FOTO MARCELLO RESTA ©

CONDIVIDI

14/03/17

E’ Chiavenna il primo Comune della Provincia di Sondrio a scegliere un metodo davvero innovativo per quanto riguarda la raccolta differenziata.

Si tratta di un sistema che permetterà di “rintracciare” ogni singolo sacco della spazzatura tramite un codice a barre. 

Questa scelta è stata annunciata qualche settimana fa dal Comune di Chiavenna e lo scorso mercoledì il consiglio comunale ha approvato all’ unanimità le relative modifiche ai regolamenti in materia di rifiuti.

 

Queste le parole del vicesindaco di Chiavenna Davide Trussoni:

«Siamo il primo comune della provincia di Sondrio a introdurre un sistema simile . Siamo convinti che questo passaggio consentirà un ulteriore miglioramento dei risultati riguardanti la raccolta differenziata».

 

Carta, plastica e indifferenziata andranno depositati in sacchi di plastica forniti direttamente dal Comune che saranno caratterizzati appunto da un codice a barre che permetterà l’ identificazione di ogni cittadino.

Il vetro dovrà essere posto in contenitori rigidi mentre la carta ed il cartone potranno rimanere fuori dai sacchi ma dovranno essere ben piegati e legati.

 

Ma come funzionerà per i condomini per i quali è sempre difficile stabilire le responsabilità in caso di necessità ? Lo spiega il vicesindaco:

“Con questa modifica andiamo a riconoscere capacità giuridica al condominio in quanto tale. Nel caso vengano riscontrate violazioni nel conferimento dei rifiuti all’interno dei cassonetti di pertinenza condominiale e non sia possibile individuare l’autore della violazione, le sanzioni previste saranno irrogate al relativo condominio”.

 

Il nuovo metodo di raccolta sarà attivo fin da subito ma entrerà in vigore in due periodi distinti: aprile e giugno sono i due mesi chiave.

Coloro che ancora hanno in dotazione i normali sacchi distribuiti dal Comune possono continuare ad utilizzarli perché, come ha annunciato il vicesindaco Trussoni “il sistema dell’individuazione delle utenze con il codice a barre e della relativa sanzione nel caso di conferimento scorretto entrerà in vigore con l’inizio del 2018”