CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

28/06/2017

S. Attilio

ACCESSO

Password Dimenticata?

Tempo di acquisti per la Pimpa

CONDIVIDI

BLOG | 14/10/15

E’ una bellissima giornata di settembre, il cielo è limpido, il sole scalda ancora e ho la fortuna, questa mattina di poter lavorare da casa. Ho appena portato il mio cane, anzi la mia cagnetta Pimpa, adottata un paio di mesi fa, a fare la passeggiata quotidiana.
Avere un cane è un impegno, lo ammetto. Ma Pimpa mi ha migliorato la vita, nel senso che tutte le mattina vado a camminare mezz’ora con lei, cosa che prima con scuse varie e diverse, non trovavo il tempo di fare.
In quella mezz’ora non sono al computer. Ammetto di non staccare al 100% dai pensieri di lavoro, quello che dovrei fare durante la giornata. Però ti assicuro che serve.
In estate è bello alzarsi con il fresco della mattina, ora l’aria è sempre più frizzante, si è un po’ più pigri ma si aumenta lo strato di felpe addosso e si parte.
E’ il pensiero della pigrizia o del “dover fare altro” che devi superare.
20150916_09524520150928_121339
Una volta fatto sei a posto. La Pimpa è brava, aspetta finchè non sono pronta, ovvero vestita.
Tuta da ginnastica e scarpe comode. Appena muovo guinzaglio e pettorina lei capisce e inizia a sbattere le orecchie (io dico che fa l’elicottero). Significa che è il momento di uscire.
Ammetto che la Pimpa è davvero il cane su misura per me e mia figlia. Siamo noi che ce ne occupiamo in toto. Rispetta i nostri orari, le nostre esigenze, non poteva andarci meglio.
Non abbaia, dorme fino tardi la mattina…e non sai quanto è importante la domenica.
Avevamo già messo in preventivo di doverci alzare presto e invece la Pimpa ci ha stupito.
E’ sempre sotto i piedi, nel senso che ovunque mi sposti mi segue. Parlo per me perchè ormai mia figlia ha iniziato la scuola, dunque se sono a casa sono io la sua compagnia.
Se vado in bagno mi segue, se vado in camera mi segue se sono sul terrazzo a lavorare o studiare, si accovaccia vicino. E’ la mia guardia del corpo…ehm per modo di dire.
Già in famiglia era presente un quadrupede da compagnia: Cosmo il gatto.
Gio, mia figlia, da tempo desiderava anche un cane e dopo averle elencato una serie di incombenze, responsabilità, impegni gravosi e impensabili….abbiamo deciso di adottare la Pimpa, subito il giorno stesso in cui siamo tornate dalle vacanze.
La Pimpa è di razza Spaniel Breton, è stata abbandonata nella zona di Foggia perchè incinta, ha circa 14 mesi. Ha partorito tre cuccioli, due sono morti e uno è stato dato in adozione. E’ rimasta in un centro di accoglienza per cani finchè, dopo essere stata sterilizzata, vaccinata, microcippata, è stata resa adottabile.
Abbiamo letto l’appello su FB da parte di un’associazione, abbiamo chiamato dando la nostra disponibilità e ai primi di luglio siamo andate a prenderla a Melegnano, dove è giunta tramite staffetta (un furgone di volontari, appositamente attrezzato per il trasporto animali che ogni settimana fa la spola tra i canili del Sud e il Nord dove ci sono persone disponibili all’adozione).
Avevamo cercato anche presso i canili di Sondrio, ma i cani abbandonati, ahimè, erano tutti adulti e noi volevamo un cane piuttosto giovane perchè si abituasse ai nostri ritmi, usi e costumi.
Ma prima che arrivasse ci siamo dovute attrezzare con tutto l’occorrente per accoglierla.
Mi ricordava un po’ quando ero incinta e preparavo tutto quello che serviva per l’arrivo dei miei figli. Non è proprio proprio la stessa cosa. Ma la volontaria con cui eravamo in contatto ci ha fatto un elenco di cose che servivano.
Lei vive in casa, esce in giardino, la portiamo in giro in auto, in montagna dai “nonni” (i miei genitori) quindi servivano una serie di articoli per cane.
Io e Gio siamo andati nel nostro negozio di fiducia ovvero il Piccolo Zoo Sondriese.
20150811_113553
Anni fa era di fronte al mio primo negozio di cartoleria, in Viale Milano a Sondrio, poi si è trasferito in Via Lungo Mallero Cadorna in un luogo molto più grande.
Conosco Chicco e Simona da una vita, ho visto i loro figli crescere..anche perchè erano clienti della mia cartoleria (ndr) e c’è stato sempre un buon rapporto di vicinato anche quando organizzavo gli eventi di Viale Milano. Ma di questo te ne parlerò in altra occasione.
Dunque, ecco perchè mi rivolgo a loro con fiducia, conoscono il loro mestiere, sanno consigliare il giusto e nel loro negozio si trova tutto ciò che serve.
Il nostro elenco della spesa comprendeva: la cuccia per dormire, ma non quella da esterno, parlo della morbida cesta con cuscino annesso, le ciotole per la pappa: cibo e acqua, il collare, il guinzaglio, la pettorina, i sacchetti per raccogliere i bisogni, la borraccia per farla bere se si è in giro e non ci sono fontane e ovviamente il cibo.
Su quello ci avevano già consigliato di controllare gli ingredienti, che non ci fossero troppe schifezze. Ma lo faccio anche per quello che mangiamo noi “umani”.
Ora ci sarà qualcuno che commenta: è solo un cane, puoi dargli gli avanzi, mangiano di tutto. C’è gente che muore di fame e tu pensi al cibo del cane.
Partendo dal presupposto che ognuno a casa sua fa quello che può e che crede, che anche se prendo io il cane non credo di peggiorare la situazione della fame nel mondo e che aiuto diverse associazioni e partecipo attivamente, appena posso, a dare una mano alla mensa dei bisognosi a Sondrio, sono serena della mia scelta.
Chi non ama gli animali o piuttosto non gli frega nulla, è un problema suo e non deve giudicare chi invece si affeziona a qualsiasi essere vivente che non sia umano. Punto.
Ogni tanto perdo il filo…comunque abbiamo fatto la nostra spesa consigliata da Simona che di animali ti garantisco, se ne intende.
In seguito abbiamo preso anche le fialette antipulci, alcune ossa da rosicchiare, i biscotti, l’impermeabile per quando si esce e piove, lo shampo per il bagno, la medaglietta con inciso il nome e il mio cell e un pollo sonoro per giocare (Gio lo ha visto, lo ha mostrato alla Pimpa che non lo ha più mollato)
E’ incredibile l’assortimento di articoli per animali che esiste.
20150817_164059
Non immaginavo davvero, a distanza di anni che un mercato del genere prendesse così piede.
Ma conosco molte persone che si affezionano per vari motivi in modo davvero forte, agli animali. L’affetto che ti da un cane o un gatto quando rientri dal lavoro stanco, incazzato, stressato, è un toccasana.
Ti guarda con i suoi occhioni, ti fa le feste. Anche se sei arrabbiato con il mondo, lui è li, anche se lo hai lasciato solo e ti ha portato in giro per la casa cuscini, ciabatte e quant’altro. Lui è li ed aspetta la tua carezza, i tuoi complimenti.
Se non ti senti bene, ti sta vicino, lo percepisce ma ti è accanto con tanto amore.
Credo che molta gente che si sente sola dovrebbe procurarsi un animale perchè sopperirebbe a molte mancanze affettive. Senza pretendere nulla in cambio se non cibo e coccole.
Non voglio entrare nel merito di chi prende gli animali e li maltratta o li abbandona….dico solo che farei fare loro la stessa fine.
Un giorno, quando dovevo prendere il cibo per la Pimpa, sono andata a spiare Chicco che stava toelettando un cane.
20150818_105652
Si perchè al Piccolo Zoo Sondriese fanno questo utilissimo servizio sia per chi deve tosare periodicamente cani e gatti, sia per chi fa fare loro il bagno.
Stava tosando un cagnolino che non faceva una piega.
Bellissima la scena. Chicco con il suo camice professionale, il cane in posa come dal parrucchiere. Era evidente che l’animale era a suo agio e Chicco ci sa fare davvero.
Ho saputo che bisogna prendere l’appuntamento perchè sono davvero tanti coloro che richiedono questo servizio.
Per ora io ho lavato la Pimpa in giardino, in un recipiente al sole. Ma il prossimo inverno credo che dovrò sfruttare la toelettatura di Chicco perchè quando lavi il cane e inizia a scrollarsi ti lava tutto quello che ha intorno.
Al Piccolo Zoo Sondriese, che c’è anche a Tirano, ci sono anche animali in vendita. Piccoli animaletti da compagnia: criceti, porcellini d’India, uccelli di vario tipo, tartarughe d’acqua e pesciolini tropicali di tantissime specie. Oltre ovviamente a tutto il necessario per la loro cura.
Dagli acquari, alle gabbie, agli accessori ai cibi specifici.
20150817_164306
Al piano di sotto del negozio di Sondrio, sembra di entrare davvero in ambiente tropicale.
Un apposito locale dove viene mantenuta la giusta temperatura, la giusta umidità per far vivere i pesci nell’habitat adatto alle loro esigenze.
Anni fa abbiamo preso vari pesci rossi (non tropicali) ma la durata media di sopravvivenza era breve. Vuoi per la temperatura dell’acqua, vuoi per poco o troppo cibo, vuoi per l’universo che chiamava il pesce in Paradiso…quindi poi abbiamo desistito.
Sai quando hai figli piccoli comunicare che il pesciolino rosso o nero (si un paio erano neri) è deceduto…e galleggia in superficie nella sua boccia.
Poi bisogna fare il funerale e dare degna sepoltura.
C’è stato anche il periodo del criceto: Stewart…passato a migliori vita dopo un paio di anni.
Era il periodo di Hamtaro, fortunata serie di cartoni in tv…e si sa che i bambini colgono.
Lui viveva di notte. Di giorno dormiva, poi quando calava il buio iniziava a girare dentro la sua ruota e faceva un casino incredibile. A volte per dormire spostavamo la sua gabbietta sulle scale.
Ma prima di loro voglio ricordare Nuvola, un persiano blu che ha vissuto con noi per 13 anni e Briciola, un pastore della Brie adottato dal Canile che ci ha fatto compagnia per 12 anni.
Insomma non siamo mai stati per molto tempo senza animali. Fanno parte della famiglia e quando hai dei figli è importante perchè imparano a rispettarli e ad amarli.
Il Piccolo Zoo Sondriese quindi è stato spesso tra i miei “fornitori ufficiali” e anche ora lo è, innanzitutto per la fiducia che ho nei proprietari e anche nei prezzi.
Non sto a dirti che i vari “iper” di ogni genere, ti attirano con le offerte “specchietto per le allodole” e poi ti fregano su altri articoli? No, non te lo sto a dire.
Quindi occhi aperti che spesso la fregatura sta dietro l’angolo ma la mente attirata dai depliant colorati, non ti fa cogliere le sfumature di grigio (che non c’entra con il film)
Ora vado a portare a spasso la Pimpa.
Se anche tu vuoi una recensione sulla tua struttura o vuoi suggerirmene una da visitare, manda una mail a:redazione@calendariovaltellinese.com oppure chiama al 335 6090252, ti contatterò e verrò personalmente ad “assaggiarti”…parola di Edi
Alla prossima

Commenti