CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

25/06/2017

S. Guglielmo ab.

ACCESSO

Password Dimenticata?

Diego Ceruti al Concorso Nazionale per direttori di Coro

CONDIVIDI

06/04/17

Durante lo scorso mese di marzo, si è svolto ad Arezzo, il Concorso Nazionale per direttori di Coro al quale ha partecipato anche Diego Ceruti, direttore del Coro Desdacia Tellini di Sondrio.

18 i direttori ammessi su un totale di 25 domande pervenute.

Si è trattato di un concorso molto impegnativo:  prevedeva varie fasi eliminatorie e procedure piuttosto particolari, come l’estrazione al momento del brano da dirigere, senza prova, prima con un coro maschile e poi, 8’ a disposizione per la concertazione con un coro femminile e, per chi proseguiva alle fasi successive, 12’ per lavorare con  un ensemble a cappella, e per concludere,  ai finalisti 30’ per concertare coro e archi. Il repertorio, di musica sacra e profana, prevedeva autori del periodo rinascimentale fino ad arrivare al contemporaneo.

La giuria, formata da direttori e docenti di fama internazionale.

Diversi i criteri di valutazione : tecnica della direzione, gestione della prova e interpretazione. 

Dopo la prima fase eliminatoria, sono rimasti in gara 8 direttori e 4 in finale.

Il primo premio non è stato assegnato per mancanza di punteggi alti; il secondo premio è andato a Mira Fabjan (Friuli Venezia Giulia) con il punteggio di 82.5/100 e il terzo, a pari merito Diego Ceruti (Lombardia) e Mateja Cernic ( Friuli Venezia Giulia) con 79.5/100.

Premio speciale, riservato al direttore più giovane giunto in finale alla veneta Maria Grazia Marcon con 71.5/100. 

Molto soddisfatto Diego Ceruti, direttore del Coro Desdacia di Sondrio “per aver potuto lavorare su diversi linguaggi e periodi storici con pertinenza stilistica e coerenza musicale” e inoltre “…per la sana competizione con direttori di assoluto valore, ma anche per la crescita musicale”

Sicuramente molto utile per Ceruti è stato anche il colloquio finale con la giuria, per capire  su quali aspetti della sua figura direttoriale deve ancora lavorare.