CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

20/10/2017

S. Irene

ACCESSO

Password Dimenticata?

Ad Albosaggia con Meriggio Equitazione

CONDIVIDI

BLOG | 20/02/17

Dico la verità io e i cavalli non ci siamo mai manifestati una grande amicizia.
Non perchè abbia qualcosa contro di loro, anzi mi piacciono. Ma l’idea di salirci in groppa non è tra quelle che mi frullano per la testa.
Anche se anni fa, durante una vacanza in Tunisia, tra le classiche gite organizzate nei villaggi ce n’era anche una a cavallo. Mia figlia ai tempi aveva la passione per i cavalli e quindi per accontentare la piccola mi ero sacrificata….
Avevo immaginato una gita con il cavallo accompagnato da uno a piedi con la corda, una passeggiata tranquilla. E invece mi hanno fatto montare in sella, con mia figlia di 5 anni seduta davanti e mi hanno dato le redini in mano. Mi hanno spiegato in un rudimentale italiano che per far muovere il cavallo dovevo battere i talloni dietro, nella parte posteriore del cavallo che non so esattamente come si chiami. Avevo chiesto cosa dovevo fare per “frenare”, per fermarlo…e mi avevano detto di tirare le redini.
Ecco queste le istruzioni per cavalcare, non essendo mai salita in groppa ad un equino prima di allora. Da incoscienti…
Dio vuole che la cavalla che mi avevano attribuito, che ricordo si chiamava Batata, fosse tranquilla e vecchia, non ha mai dato segnali di volersene fuggire al galoppo nel deserto con me e mia figlia sopra.
La gita è durata circa un’ora in un percorso prestabilito, credo che un cavo di acciaio fosse meno teso di me…sono arrivata a fine tour con male ovunque, gambe, schiena e persino ai capelli…
Solo dopo ho realizzato a quale pericolo sono andata incontro se anche solo qualcosa avesse fatto spaventare Batata…mamma mia che folle sono stata! Comunque è passata ed è andata bene. Un monito per chi si trovasse in una situazione similare.
Tempo fa invece sono andata a trovare chi di cavalli se ne intende e ne ha fatto una ragione di vita oltre che di lavoro.
Sto parlando di Meriggio Equitazione A.s.d. scuola equitazione F.I.S.E. di Albosaggia che è in collaborazione con Azienda Agricola Pellegrini ( Allevamento, Ippoturismo e attività ludico ricreative), tanto per essere completi.
Ho conosciuto Consuelo, che è Istruttore Federale F.I.S.E. di 2° livello (giusto per specificare) e titolare dell’omonima Azienda Agricola, della quale avevo già sentito parlare in modo positivo, ma io finchè non conosco personalmente, sai che non mi esprimo.
Mi ha fatto prima di tutto visitare il maneggio poi abbiamo chiacchierato un paio d’ore e adesso so quasi tutto dei cavalli (scherzo ovviamente).
Meriggio Equitazione si trova in località Torchione, una frazione di Albosaggia, in uno spazio tra prato e bosco. Una zona davvero bella, in mezzo alla natura e al verde.
Spazi all’aperto, prati, recinti, tendoni, stalle un paradiso per i cavalli che ci vivono.
Consuelo che gestisce il maneggio, ha ereditato la passione per i cavalli dal papà Carlo che ha iniziato nel 1990 in uno spazio più piccolo. Poi l’attività è stata spostata, dove si trova ora, nel 2005 quando anche Consuelo ha deciso di dedicarsi a questo lavoro che le ha rapito il cuore.
La incalzo di domande perchè voglio sapere, non credo che prenderò mai lezioni o salirò su questi bellissimi animali….ma qualcosa di particolare mi ha trasmesso.
La passione che traspare dai suoi occhi quando parla dei suoi cavalli (alcuni della scuola e alcuni appartengono a persone esterne che li lasciano a pensione) mi fa capire quanto ami il suo lavoro e quanto conosca davvero gli animali.
Di tutti conosce l’età, la storia, la provenienza, il carattere, debolezze, pregi e difetti e lo stato di salute.
La sua vita trascorre in mezzo a loro e racconta di quanto il cavallo riesca a trasmetterle.
Mi confessa di avere a volte i nervi a fior di pelle, come tutti nella vita…e poi le basta andare a spazzolare il manto di un cavallo per farsi passare tutto.
Il cavallo è in grado di assorbire tutte le negatività, regalandoti tranquillità e calma.
Il cavallo è un animale molto pauroso, non è per niente aggressivo e il suo carattere, come quello di tutti gli animali, si forma in base a come è stato allevato sin da piccolo. Nella mia ignoranza, credevo invece che fosse un animale imponente, anche in grado di attaccare in caso di necessità.
E invece Consuelo ha smontato le mie teorie, l’animale reagisce in modo anomalo solo quando si spaventa per qualcosa, ed essendo molto pauroso è molto facile che questo succeda. Quando si dice di stare lontano dai cavalli, non è perchè siano di indole pericolosa, ma a volte basta un gesto improvviso, un rumore molesto o qualche movimento strano per farli scalciare e diventare quindi un pericolo per chi sta intorno.
Il cane è il miglior amico dell’uomo…ma il cavallo lo è ancora di più perchè è pronto a dare la vita per il suo padrone.
Consuelo mi spiega anche che la razza più veloce è quella Inglese, creata con incroci di varie razze tra le quali, il Puro Sangue Arabo, che trasmette bellezza, temperamento e velocità.
E posso smentire anche il luogo comune dei cavalli che dormono in piedi….infatti i cavalli se hanno lo spazio si sdraiano volentieri. Li ho visti!!!
Tutti i cavalli che vedo nella scuderia sono puliti, lucidi, curati. Si vede che c’è un grande lavoro dietro.
Ci fermiamo davanti ad uno stallone grigio, gli stalloni hanno la fama di essere piuttosto “agitati” e invece è tranquillissimo tanto da avvicinarsi con il muso a me e gli faccio pure una carezza. Comincio a cambiare idea sul mio rapporto con i cavalli, dopo tutto quello che mi ha raccontato Consuelo, capisco che è un animale stupendo sotto tutti gli aspetti e che io non conoscevo proprio nulla.
Nel Centro vengono organizzati corsi di equitazione per il salto ad ostacoli e rilascio delle patenti agonistiche F.I.S.E. e corsi di base a partire dai 5 anni.
Inoltre, in collaborazione con l’Azienda Agricola Pellegrini si offre pensione cavalli in comodi box con truciolo, oppure nei paddock esterni.
Durante il periodo estivo si organizzano Grest per ragazzi in età scolare, passeggiate di una o più ore.
Da segnalare che da 2 anni a questa parte è partita una bellissima iniziativa: una fattiva collaborazione con la Fondazione Albosaggia e il Centro per Disabili SPA-H, i ragazzi inseriti frequentano il centro regolarmente e oltre a passare del tempo tra i cavalli, imparano molte cose interessanti e davvero utili per loro.
Durante il giro ho notato ordine e pulizia, anche nelle scuderie dove ogni cavallo ha la sua “cameretta”.
Ho scoperto che in inverno quasi tutti vengono tosati e viene messo loro il cappotto in modo da non farli ammalare. Ho scoperto che i cavalli non amano essere lavati spesso perchè soffrono il freddo e sono molto sensibili, in quanto non hanno difese immunitarie troppo forti. Ho scoperto che le maggiori cause di morte sono le coliche intestinali e che quando sentono dolore si rotolano per terra e l’intestino si attorciglia a volte in modo mortale.
Ma quante altre cose ho imparato da Consuelo…ho scoperto una persona che oltre a svolgere il proprio lavoro con passione e serietà, lo fa anche con determinazione e rispetto delle regole.
Dice che a qualcuno non sta simpatica perchè è troppo severa nel rispetto delle regole sia nella conduzione e pulizia dei cavalli, sia nell’insegnamento. Ma questo è quello che fa la differenza. Nulla si improvvisa o si lascia al caso. E’ un attimo buttare tutto all’aria per una svista o mettere a repentaglio la sicurezza. Quindi la strada intrapresa è quella giusta. Avanti così!
Consuelo, papà Carlo e suo marito Patrizio tecnici qualificati F.I.S.E. ogni anno seguono corsi di aggiornamento per mantenere alto il profilo tecnico che li contraddistingue.
Come dico sempre io: chi non si forma si ferma!
Ma da non dimenticare anche sua madre che opera dietro le quinte del centro.
Insomma un’azienda di famiglia, Pellegrini e Bertolini, un vero punto di forza di questa realtà che gode di stima e fama da parte di molti proprio per la serietà di chi la conduce.
Complimenti a tutti davvero.
Ripeto, non so se un giorno andrò mai a cavallo, ma se mi venisse questa “folle idea” (per me) sicuramente mi rivolgerei alla Meriggio Equitazione, senza ombra di dubbio e la consiglierei ad amici e conoscenti.
Se anche tu vuoi una recensione sulla tua struttura o vuoi suggerirmene una da visitare, la mia partecipazione ad un evento, manda una mail a:redazione@calendariovaltellinese.com oppure chiama al 335 6090252, ti contatterò e verrò personalmente ad “assaggiarti e a conoscerti”…parola di Edi
Alla prossima.

Commenti