CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

24/05/2018

B.V. maria ausiliatrice

ACCESSO

Password Dimenticata?

Quando c'è da provare sapori nuovi non mi tiro indietro

CONDIVIDI

BLOG | 25/02/18

logo Supermercato Le Rocce VISITA LA PAGINA DELL'AZIENDA!

Sabato sera ho partecipato alla degustazione Esperienze di Gusto  in programma alle Rocce Market: Tradizione e Cambiamento

Invitata dal mio amico Fabio Moro ho accettato con piacere perché assaggiare  e assaporare cibi nuovi è sempre una cosa che mi alletta.

Lo so che a causa delle mie intolleranze non dovrei fare queste cose, ma come faccio con il mio lavoro?! Succede che sgarro e ne pago le conseguenze.

Ma in questo caso ne è valsa la pena.

Le Rocce Market ogni mese organizza una serata per far conoscere specialità ed eccellenze in vendita presso il proprio punto vendita. E invita sempre i produttori che direttamente dalla loro voce ed esperienza parlano delle loro produzioni.

Emilio Mottolini, il titolare,  mi rivela che sceglie questo metodo di promozione diretta piuttosto che investire sulla carta stampata o attraverso altri canali.

E la trovo un’idea fantastica.

Con 20 euro degusti una cena completa con cibi insoliti cucinati ad arte da chef ogni volta diversi. E il tutto accompagnato da vini sempre speciali.

La zona riservata alla degustazione era al completo. 35 persone hanno preso posto e hanno atteso per non perdersi questa occasione direi più unica che rara, di un supermercato che ti fa assaggiare in anteprima i prodotti, in questo caso le eccellenze, che mette in vendita sugli scaffali.

C’erano facce nuove e tante che ho visto in altre occasioni, che hanno colto l’importanza di questi appuntamenti mensili.

Mi sono accomodata tra Fabio Moro di Moro Pasta e Andrea Bossi, titolare di Alpes e MapleFarm, uno dei principali importatori e distributori dello sciroppo d’acero dal Canada (buonissimo tra l’altro…), anche questo in vendita alle Rocce Market.

Sabato sera c’era lo chef Roger Massari che ha saputo stupirci in cucina con sapori speciali.

Ad aprire la serata c’erano pizze e focacce preparate da un panificio di Tirano che ha  utilizzato  farine Varvello e in questo caso la Farina Intera.

Non la conoscevo, ma sabato sera grazie al prezioso contributo di Francesca Varvello, titolare dell’azienda, ho saputo che è l'unica farina bianca che conserva integre le parti nobili del chicco, è a ridotto impatto glicemico e ricca di fibre. Dunque un motivo in più per assaggiare i deliziosi quadretti di focaccia e i primi che vedevano ancora protagonisti i prodotti Varvello, in questo caso la pasta.

Abbiamo degustato penne di pasta di semola Intera con crema di broccoli e noci e pasta di segale con bresaola, grana con crema di lattuga.

Inutile dire che era tutto delizioso e i condimenti delicati esaltavano il gusto della pasta.

Arriva il momento degli ormai famosissimi Legumè di Moro Pasta.

Famosi perché sono stata una delle prime a parlarne, dato che ho avuto la fortuna di assaggiarli  quando ancora non si trovavano in vendita. Ne ho parlato così bene e con entusiasmo che la gente chiedeva dove acquistarli perché incuriosita.

Ed ora che si trovano, vanno letteralmente a ruba…

Roger li ha cucinati mantecandoli con un formaggio di bufala di sua produzione, il Primavera, e una “riduzione” di vino Valtellina. (per chi non sapesse cos’è la riduzione, chieda allo chef direttamente…io l’ho fatto)

Fabio Moro ha parlato della novità proposta in occasione del 150° anniversario della nascita del Pastificio Moro e ha esposto le caratteristiche e le qualità organolettiche di questi chicchi composti esclusivamente da farina di grano saraceno e lenticchie rosse. Senza glutine, ad alto contenuto proteico, facilmente digeribili e ideali anche per sportivi, vegetariani e vegani

Dopo questo piatto squisito, inutile dire che ero già ormai sazia. Ma arrivava il concorso vota la salsiccetta che preferisci. Lo so, starai ridendo…, ma durante le degustazioni c’è sempre una parte che coinvolge i partecipanti ad esprimere il loro gusto su qualcosa che assaggiano. E in questa serata si votava la salsiccia!!

C’erano 4 tipi di salsiccetta diversi, serviti con delle verze  cotte al vapore, sublimi… (sto apprezzando le verdure in modo particolare in questo periodo)

La tovaglietta sotto i piatti da portata, trasformata in questionario,  chiedeva di dare un voto a quella più apprezzata.

Non conoscevamo il produttore, era un assaggio alla cieca. Ci è stato rivelato solo dopo aver votato e attribuito la vincita alla salsiccetta prodotta da un macellaio di Colorina (SO) che ha elaborato il salume in modo artigianale, aggiungendo della carne bovina e altri ingredienti che ci hanno fatto apprezzare in modo particolare la specialità.

Conclude la serata il dolce, crema di ricotta, sempre prodotta da Massari,  con marmellata di uva spina su biscotti croccanti.

Ultimo ma non ultimo, un accenno al vino. Il protagonista era il vino La Spia, in anteprima abbiamo assaggiato il Bianco e il Rosso 2013.

Da non intenditrice di vino ho apprezzato il sapore e sono rimasta piacevolmente stupita dalla gradevolezza del bianco Valtellina che Emil, enologo della Spia ci ha illustrato.

Forse non sai, ma io valuto il vino in base all’emicrania che mi provoca. Se sto bene, il vino è buono.

E questo lo era davvero.

E la chicca finale con La Spia del 2008, ha chiuso in bellezza.

Una sommelier presente alla serata ha descritto questo “oro di Bacco” con sentore di tannino, liquirizia e genziana, roba da intenditori

Di fronte a me c’era Dario Stazzonelli, esperto produttore di vino Valtellinese che ho incalzato di domande riguardo a vigneti, zone, botti di castagno e di rovere, sapori, disciplinari, ecc ecc.

Ora ne so qualcosa in più, ma non più di tanto, per ritenermi intenditrice…

Mi piace fare domande, aumentare il mio sapere perché è il mio nutrimento.

E quando si tratta del territorio valtellinese non smetterei mai.

Ecco perché partecipo a questi eventi con immenso piacere, perché si imparano tante cose, si conoscono persone nuove, si stringono amicizie, si degustano sapori ma soprattutto si apprezza il contatto umano senza cellulari di mezzo. L’ho usato solo per scattare le foto!

E’ stata una piacevole serata tra amici e sono davvero grata per aver partecipato.

Alla prossima degustazione delle Rocce Market ti consiglio di non mancare.

Su Calendario Valtellinese trovi sempre tutti gli appuntamenti aggiornati 365 giorni l’anno.

Alla prossima

 

Commenti