CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

11/12/2017

S. Damaso papa

ACCESSO

Password Dimenticata?

Foto Alessio Giovacchini ©

CONDIVIDI

TERRITORIO

Lanzada: visitiamo il Museo della Bagnada

Il giacimento di talco della Bagnada fu scoperto verso la fine degli anni ’20 dalla Società Anonima cave di Amianto (in seguito Mineraria Valtellinese) dell’Ing. Grazzani di Milano all'interno di una zona riservata alla ricerca di amianto. La prima concessione di sfruttamento temporaneo, come dimostrano i documenti dell'archivio comunale di Lanzada, fu rilasciata dal Distretto Minerario di Milano nel 1936. In realtà, già nel 1870, altre società impegnate nell’estrazione dell’amianto si erano mostrate interessate al talco. Tuttavia le difficoltà tecnico-estrattive e la scarsa richiesta sul mercato di un materiale ancora poco conosciuto non convinsero le realtà industriali di allora, che preferivano impegnare le proprie risorse nell’estrazione dell’amianto, in quegli anni certamente più redditizio.Scopri di più. Clicca qui

Lanzada