CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

19/08/2017

S. Ludovico, S. Italo

ACCESSO

Password Dimenticata?

Chiesa In Valmalenco

CONDIVIDI

TERRITORIO

Chiesa In Valmalenco

E' il capoluogo della Valmalenco, valle nelle immediate vicinanze di Sondrio che, dapprima aspra e incassata, diventa, salendo, sempre più aperta verso l'ampio scenario dominato dai gruppi montuosi del Disgrazia, del Bernina e dello Scalino. Chiesa forma con Caspoggio e Lanzada, un comprensorio turistico dotato di una buona ricettività alberghiera e infrastrutture per il tempo libero e lo sport. L'area sciistica nello stupendo scenario dell'Alpe Palù presenta un carosello di piste da discesa di 30 km e uno snowpark. Non mancano tracciati per lo sci nordico. Durante la bella stagione il contesto è di alto valore naturalistico, storico ed etnografico. Un'articolata rete di sentieri da rifugio a rifugio offre la possibilità di effettuare escursioni, traversate ed ascensioni di ogni grado di difficoltà. Da visitare sono a Chiesa la parrocchiale dei SS. Giacomo e Filippo con tele dei Ligari e a Primolo il Santuario della Madonna delle Grazie (XVII sec.). L'economia della località e di tutta la Valmalenco si basa sulle attività turistiche e sull'estrazione e la lavorazione delle pietre, come il serpentino e la pietra ollare, utilizzata per la realizzazione dei tipici "lavecc" e di oggetti ornamentali per la casa.Scopri di più. Clicca qui

stemma Chiesa In Valmalenco

Stemma di Chiesa In Valmalenco

CHIESA IN VALMALENCO, 960m s.l.m. - 2778 abitanti

Stemma: interzato in fascia; nel 1º d'oro all'aquila di nero, rostrata e coronata d'oro, linguata di rosso, nel 2º d'azzurro alla chiesa al naturale col campanile posto a destra; nel 3º bandato d'argento e azzurro.

Tratto da "Gli stemmi dei comuni di Valtellina e Valchiavenna" di Marco Foppoli.

santo patrono Chiesa In Valmalenco

Santi Giacomo e Filippo

L'apostolo Filippo e Giacomo il minore vengono ricordati lo stesso giorno poichè le loro reliquie furono deposte insieme nella chiesa dei Dodici Apostoli a Roma.
Filippo (primo secolo) era originario della città di Betsaida, la stessa degli apostoli Pietro e Andrea. Discepolo di Giovanni Battista, fu tra i primi a seguire Gesù e, secondo la tradizione, evangelizzò gli Sciti e i Parti.
Giacomo (primo secolo) era figlio di Alfeo e cugino di Gesù. Ebbe un ruolo importante nel concilio di Gerusalemme (50 circa) divenendo capo della Chiesa della città alla morte di Giacomo il Maggiore. Scrisse la prima delle Lettere Cattoliche del Nuovo Testamento. Secondo Giuseppe Flavio (37 circa - 103) fu lapidato tra il 62 e il 66. Tuttavia l'attendibilità del racconto è dubbia.

Si dice a Chiesa In Valmalenco:

  • Se febrar l'è minga frèd, marz e april i petegia (se a febbraio non fa freddo, a marzo e ad aprile saranno freddi)