CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

12/12/2017

S. Giovanna F.

ACCESSO

Password Dimenticata?

Gordona

CONDIVIDI

TERRITORIO

Gordona

Molti sono i tentativi di spiegazione etimologica del nome Gordona: se alcuni pensano ad una possibile derivazione dal celtico Gur-dun (acuto monte), altre ipotesi rimandano a Curtona (grande corte feudale), o ancora a Gurdus (cioè copioso, con allusione all'acqua), se non anche al nome personale Gordus. La difficoltà di spiegazione è di per sé stessa indice di antichità del nome. Il territorio del borgo era già un punto strategico in epoca antica. Dopo la conquista romana dei territori alpini, era infatti nei pressi di Gordona che passava l'importante via, detta Francisca, che, dopo aver risalito il Lario, si biforcava verso il passo Spluga ed i passi Julier e Septimer, gioghi attraverso i quali la pianura Padana si collegava alle regioni alpine germaniche.Scopri di più. Clicca qui

santo patrono Gordona

Santi Martino e Maria

Martino di Tours, in latino Martinus (Sabaria, 316 o 317 – Candes-Saint-Martin, 8 novembre 397), è stato un vescovo e confessore francese, venerato come santo dalla Chiesa cattolica, dalla Chiesa ortodossa e da quella copta.
Ancora bambino, Martino si trasferì coi genitori a Pavia, dove suo padre era stato destinato quale tribuno della legione, ed in quella città trascorse l'infanzia. A quindici anni, in quanto figlio di un militare, dovette entrare nell'esercito. Come figlio di veterano fu subito promosso al grado di circitor e venne inviato in Gallia, presso la città di Amiens.
Il compito del "circitor" era la ronda di notte e l'ispezione dei posti di guardia, nonché la sorveglianza notturna delle guarnigioni. Durante una di queste ronde avvenne l'episodio che gli cambiò la vita. Martino incontrò un mendicante seminudo. Vedendolo sofferente, tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con il mendicante. La notte seguente vide in sogno Gesù rivestito della metà del suo mantello militare. Udì Gesù dire ai suoi angeli: «Ecco qui Martino, il soldato romano che non è battezzato, egli mi ha vestito». Quando Martino si risvegliò il suo mantello era integro.