CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

18/08/2017

S. Elena Imp.

ACCESSO

Password Dimenticata?

Morbegno

CONDIVIDI

TERRITORIO

Morbegno

Le prime notizie certe riferite a Morbegno si hanno a partire dall'Alto Medioevo. Si tratta di nuclei sparsi forse facenti capo alla Chiesa di San Martino. In quest’epoca diversi centri del comasco e del milanese ambiscono ad assicurarsi basi in direzione delle vie di transito dell'Alta Valle. Compaiono così in Valtellina importanti famiglie che, con il passare degli anni, vi prendono dimora. In epoca longobarda Morbegno forma così una “curtis regia” con la vicina Talamona creando un primitivo centro economico e amministrativo.Scopri di più. Clicca qui

stemma Morbegno

Stemma di Morbegno

MORBEGNO, 262 m s.l.m. - 10940 abitanti

Stemma: di rosso a due chiavi d'argento poste in decusse, con gli ingegni in alto e le impugnature d'oro; la spada d'argento con elsa d'oro attraversante in palo.

"Gli stemmi dei comuni di Valtellina e Valchiavenna" di Marco Foppoli

Si dice a Morbegno:

  • El dé de Santa Crus tücc' i matèli i fa el murùs (il giorno di Santa Croce tutte le ragazze trovano il moroso)
  • Quand el Bèrr el se ncapèla, va a cà a tò l’umbrèla (quando il pizzo Berro è rannuvolato, vai a casa a prendere l’ombrello)
  • "Se ciapa püsé mósch con un cügià de mél che con un litru de asé." (Si prendono più mosche con un cucchiaio di miele che con un litro di aceto)
  • "Chi tròp tìra strùnca" (A tirar troppo la corda la si rompe).
  • A la Madona Seriöla de l'invernu sem föra, ma s'el piöv u 'l tira vent de l'invernu sem de dent (Alla Madonna Seriola siamo fuori dall'inverno, ma se piove o tira vento siamo ancora in inverno)
  • Erba febroröla, dòna piazaröla (erba di febbraio, donna di poco conto: l'erba che spunta a febbraio è ancora poca cosa)
  • Ginée, ginerùn spazza i scrign e i masùn (Gennaro, gennarone, svuota le dispense)
  • S'el fa suu a Santa Bibiana farà bel témp un dé e na setimana (se c'è il sole a santa Bibiana farà bel tempo un giorno e una settimana)
  • S. Sebastiàn el sùu in munt e in pian (S. Sebastiano, il sole al monte e al piano)
  • Se genée nul genégia e febrée nul febrégia marz e april la kùa végia (Se gennaio non fa il gennaio e febbraio non fa il febbraio, marzo ed aprile propongono una coda dell'inverno)