CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

28/06/2017

S. Attilio

ACCESSO

Password Dimenticata?

Piantedo

CONDIVIDI

TERRITORIO

Piantedo

Panorama di Piantedo Piantedo è il primo Comune della bassa Valtellina. Accoglie il visitatore all'uscita della superstrada al confine con Colico ed il Lago di Como. Il fiume Adda e l'abitato di Delebio, insieme alle Orobie ne tracciano il confine territoriale. Il Comune non ha una grande estensione, 647 ettari in tutto, ma è posto in un punto strategico: all'imbocco della Valtellina. Nel passato ha visto e vissuto le vicende storiche che hanno caratterizzato il Pian di Spagna, essendo punto obbligato di transito grazie alla strada Scalotta o Scalottola.Scopri di più. Clicca qui

stemma Piantedo

Stemma di Piantedo

PIANTEDO, 215m s.l.m. - 1157 abitanti

Stemma: partito, nel 1º d'azzurro alla pianta di castagno fogliata di verde fruttata al naturale; nel 2º d'argento alla torre di rosso, merlata alla guelfa aperta e finestrata di nero.

"Gli stemmi dei comuni di Valtellina e Valchiavenna" di Marco Foppoli.

santo patrono Piantedo

Natività B.V. Maria

La Natività della Beata Vergine Maria è una festa liturgica della Chiesa cattolica e della Chiesa ortodossa che ricorda la nascita di Maria e che si celebra l'8 settembre.

Secondo la tradizione tramandata dal Protovangelo di Giacomo, uno dei vangeli apocrifi, Maria è nata da Gioacchino edAnna.

Per la Chiesa ortodossa la nascita di Maria riveste un'importanza particolare ed è computata come una delle 12 feste maggiori.

Nella tradizione cattolica la festa è celebrata in tante località. Nella tradizione agricola il ricordo della nascita di Maria coincide con il termine dell'estate e dei raccolti. Molte chiese hanno come titolo la Natività di Maria.

La festa è nata dapprima in Oriente; è stata introdotta nella chiesa d'Occidente dal papa Sergio I. In particolare la devozione verso la natività di Maria si sviluppò nella diocesi ambrosiana, dove risulta attestata fin dal X secolo. Splendida espressione di questa devozione è lo stesso Duomo di Milano, consacrato da San Carlo Borromeo il 20 ottobre 1572 e dedicato a Maria Nascente (Mariae Nascenti, come appare scritto sulla facciata)