CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

18/10/2018

S. Luca evang.

ACCESSO

Password Dimenticata?

Foto Alessio Giovacchini ©

CONDIVIDI

TERRITORIO

La casa natale di San Luigi Guanella

L'edificio originario, costruito da Lorenzo Guanella, padre di Luigi, ha subìto nel tempo diverse trasformazioni ed aggiunte che gli hanno conferito l’aspetto attuale. La parte più antica della struttura risale alla prima metà dell’Ottocento, come attesta la data 1835 incisa sull’architrave della porta di ingresso, accompagnata da “LG” (iniziali di Lorenzo Guanella) con, al centro, la croce ad indicare la centralità di Dio nella famiglia. La facciata è ravvivata dall’immagine della Madonna del Carmelo; sulla parte sinistra è anche visibile un tenue dipinto di un’altra Madonna ai piedi della croce. Lo stesso Luigi Guanella ricorda: «Da chierico dipingevo [...] a Fraciscio l’immagine della Madonna sulla facciata della casa paterna» (L. Mazzucchi, Fragmenta vitae et dictorum sac. Aloysii Guanella, 1912-1915). Gli ambienti interni conservano ancora l’atmosfera di calore familiare e di sobrietà di quando la famiglia Guanella vi abitava. Una vera scuola di fede, di sacrificio e di generosità, che don Guanella ricorderà spesso come una grazia di Dio. Al piano terra, oltre al locale tradizionalmente denominato “stüa”, c’è la camera dei genitori, dove la notte del 19 dicembre 1842 nacque Luigi; al primo piano è stata allestita una piccola raccolta museale. Al secondo piano si può vedere la camera della sorella Caterina, Serva di Dio, accanto a quella usata da Luigi chierico quando tornava dal seminario per le vacanze, sul cui soffitto egli stesso aveva dipinto un cielo stellato. Ora questa stanza è stata adibita ad oratorio. Parrocchia S. Giovanni Battista, Campodolcino: tel. +39 0343.50118Scopri di più. Clicca qui

Campodolcino