CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

25/06/2018

S. Guglielmo ab.

ACCESSO

Password Dimenticata?

Foto Alessio Giovacchini ©

CONDIVIDI

TERRITORIO

Palazzo Guicciardi, cavalieri di Santo Stefano

L’armoniosa facciata barocca accompagna il visitatore lungo un tratto di via Ginnasio: il grandioso portale chiuso dal bel portone ligneo lascia solo immaginare un profondo cortile coperto da volte; le cornici a stucco che decorano le finestre suggeriscono, con la riproduzione scomposta dello stemma gentilizio, l’appartenenza al nobile casato. Un affresco, purtroppo sbiadito, consente ancora vedere le fattezze di una Vergine. Nato dall’accorpamento e dalla riplasmazione di edifici più antichi, cinquecenteschi, l’edificio deve forse il suo volto a Guicciardo di Niccolò (1658-1733). Dell’antico rimane, sulla facciata posteriore, una bifora architravata. L’interno ha subito, nel secolo scorso, vistosi interventi richiesti da nuove esigenze abitative: rimane tuttavia, un ampio salone con affreschi settecenteschi. Fu, tra l’altro, abitazione del nobile Giovanni Maria, letterato e giureconsulto, fautore della fondazione del collegio gesuitico a Ponte; di Giovanni, capitano delle milizie valtellinesi col Robustelli durante le tristi vicende del primo ‘600; di Elisabetta, andata a sposa a Ottavio Quadrio e madre del letterato Francesco Saverio.

Ponte In Valtellina