CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

21/08/2018

S. Pio V

ACCESSO

Password Dimenticata?

Foto Alessio Giovacchini ©

CONDIVIDI

TERRITORIO

I puti Guanelliani - chiesa di S. Giovanni Battista

La chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista, già nominata nel 1490, venne più volte rimaneggiata; nel 1844 fu allungata e allargata con l’aggiunta delle due navate laterali. Qui il piccolo Luigi Guanella fu battezzato il 20 dicembre 1842 dal cugino don Gaudenzio Bianchi al fonte battesimale ancora oggi esistente, a quei tempi però collocato in una nicchia sul lato sinistro della chiesa. Padrino di battesimo fu Luigi Trussoni, madrina Maria Orsola Curti. In questa chiesa Luigi Guanella ricevette anche la cresima, il 30 giugno 1849, da mons. Carlo Romanò. Nelle immediate vicinanze del sagrato, il 24 giugno 1848, giorno della festa patronale, avvenne un fatto che colpì profondamente Luigi Guanella, quasi una anticipazione della sua missione. Prima dell’inizio della Messa, mentre stava nascondendo alcune caramelle di zucchero che gli erano state regalate dal cognato Guglielmo Sterlocchi, «sentì un batter secco di mani, guardò là e vide un bel vecchietto che gli porgeva le mani quasi per dire: “Danne a me di que’ zuccherini”. Luigi ne sentì panico, finì di nascondere gli zuccherini e, guardando, non vide più il buon vecchietto e ne provò amarezza e rincrescimento» (L. Guanella, Le vie della Provvidenza, 1913-1914Scopri di più. Clicca qui

Campodolcino